venerdì 28 ottobre 2016

Torna Halloween: emozione!

Leggi l'informativa su Privacy & Cookie a lato, all'interno della stessa trovi le modalità per non aderire. Se vuoi aderire è sufficiente che prendi visione e continui la navigazione sul nostro blog. Grazie

Le tradizioni mi incuriosiscono sempre tanto.
Meno mi piacciono quando escono dal rituale e entrano nella terribile spirale del marketing.
Lo scorso anno ho dato uno sguardo alle origini di Halloween (leggi il post).
Quest'anno ho indagato sulla sua valenza emotiva.
Mi sono trovata in un vortice di emozioni che riguardano più la paura che i morti, perché poi diciamolo, i morti non hanno mai fatto male a nessuno e forse anche vorrebbero riposare in pace senza tanto essere scomodati.

Dicevo: la paura!
Halloween è una buona festa per prendere coscienza della propria paura.
Festeggiare insieme Halloween ci permette di ascoltare la nostra paura, di condividerla, di renderci conto che è anche la paura degli altri.
Non è poi così terribile avere paura, non si muore di paura e si può anche manifestarla.

Affinché questo percorso abbia una valenza di crescita emotiva, deve essere una celebrazione rituale e non di marketing.
Bisogna essere pronti ad avere a che fare con la paura e non partecipare come il marketing promuove: compriamo una maschera, compriamo dei dolcetti, compriamo il secchiello arancione a forma di zucca e andiamo a suonare tutti i campanelli.

Poi si fa presto a dire "la paura", bisognerebbe specificare un pochino quanto è forte e fondata questa paura, ma esiste.
Esiste dalla nascita e non la si può seppellire.
Dobbiamo conoscerla, affrontarla e soprattutto tenerla sempre con noi.
Le emozioni per me sono una sola grande sfera con mille sfaccettature.
Ogni sfaccettatura è un'emozione con una sfumatura più o meno densa.
Le emozioni sono il lato magico della vita e non si può decidere quali emozioni provare.
Esistono, sono ribelli e molto forti.
Non si può decidere di uccidere una sola emozione e tenere le altre.
Significherebbe mettere in gabbia l'intera sfera emotiva, che comunque esisterebbe nell'oscurità.
Allora perché tenere le emozioni nell'oscurità?
Meglio portarle alla luce e rendere magica la vita.

La paura è una delle emozioni primarie che tutti i bambini e gli adulti portano con sé, è una emozione spesso gestita in modo istintivo.
I bambini nascono con la paura (parlo di paura e non di spaventi violenti o terrore) e sono pronti ad affrontarla  accompagnati dalle loro guide adulte che li proteggono e li stimolano.
La nostra guida è molto importante in questo percorso, noi siamo il loro principale equilibrio.
Se un bambino di tre anni alto poco più di un metro ha paura di un cane lupo sciolto che corre veloce, direi che può essere comprensibile e anche auspicabile.
Non deve però trasformarsi in terrore!
Dunque, se la mia reazione di adulto di fronte al bambino spaventato è di urlo di terrore e di insulti a quel padrone che lascia il suo cane lupo correre libero in mezzo alla città, ovviamente il bambino interpreta la sua paura come più che giustificata e la rafforza.
Se io prendo per mano il mio bambino e gli dico con voce serena "fai bene a stare attento a un cane sciolto così grande se non lo conosci. Tranquillo ci sono io non succede nulla, non tutti i cani sono aggressivi", il bambino è portato a pensare che non serve entrare nel panico ogni volta che un cane si avvicina, bisogna solo stare un po' attenti.

Halloween può essere visto come un rituale,  ci guida in modo scherzoso alla paura per imparare a dominarla e a gestirla in modo cosciente.
Ricordiamoci che la paura è un sanissimo campanello di allarme che non va mai preso in giro.
Una paura condivisa, inoltre, ci permette di pensare che aver paura non è una vergogna ma è solo molto umano!

Ecco il mio regalo per il vostro Halloween e buona paura a tutti:

We silently march
all over the town.

Witches, ghosts and goblins.
Werewolves and vampires.
Skeleton and ghouls.
Here we are!

Moaning and groaning
we are searching for you.

No way, no escape,
we want your blood.

A cookie is enough
to save your face!

What do you dream?
Trick-or-treating?

Buon Halloween a tutti e ... non abbiate paura, ci sono i bambini a proteggervi, con il loro amore e i loro grandi sorrisi di pace e di vita!