mercoledì 1 giugno 2016

La lettura come materia scolastica?

Leggi l'informativa su Privacy & Cookie a lato, all'interno della stessa trovi le modalità per non aderire. Se vuoi aderire è sufficiente che prendi visione e continui la navigazione sul nostro blog. Grazie

Scrivo questo post con un po' di dispiacere. Lo scrivo dopo aver letto il post di Libreriamo.it (leggi il post) che Antonella Farina di rappresentante di Nati per Leggere Trieste ha condiviso con noi per farci riflettere, e che come sempre ringrazio.
Scrivo questo post per ribadire la mia umile, stupida, insensata opinione sulla lettura.
Per me la lettura è fonte di vita, di giovinezza, di cultura, di conoscenza, di crescita, se poi è una lettura condivisa e in più lingue è per me il meglio del meglio.
C'è però una cosa che viene prima della lettura e di qualsiasi idea di bilinguismo o di stile educativo, si chiama relazione umana. La lettura crea relazione umana e poi felicità, condivisione, cultura, conoscenza, crescita e molto altro ...
Leggere che la lettura deve diventare una materia scolastica, per di più scaglionata in minuti a seconda dell'età dei bambini mi fa venire ai brividi e mi viene in mente che forse è anche questo un modo per distruggere la voglia di leggere.
Un bambino di pochi mesi siede sulle gambe della madre, appoggia la sua schiena sul seno della madre che tiene il libro aperto davanti a lui abbracciandolo e legge, legge e sospira, sorride, aspetta che il bambino allunghi il dito per toccare la pagina poi ricomincia, da un bacio al figlio e poi legge ancora. Poi la mamma adagia il bambino sul tappetone e lascia là anche il libro e canticchiando va a preparare la cena, il bambino allunga la mano, guarda con l'occhio, vorrebbe mordere il libro perché sa che a mamma piace leggere, e anche a lui piace leggere e tutto ciò che si legge va morso se si ha meno di un anno e per mordere bene la lettura non bastano dieci minuti al giorno di lettura, magari messi sul seggiolone stile pollaio a mangiare.

Le maestre della scuola materna dove va mio figlio, dopo pranzo leggono. I bambini siedono in cerchio intorno a loro. Leggono, mostrano il libro ai bambini, rispondono alle loro domande, tornano indietro con le pagine, a volte scelgono i bambini a volte scelgono loro, a noi genitori chiedono di far portare i libri a scuola ai bambini. Quando i bambini portano i libri a scuola la maestra li mostra agli altri bambini e chiede al proprietario di raccontare la storia del libro, di spiegare cosa gli piace tanto, poi lo legge a tutti, poi forse lo disegnano ma anche no. Dieci minuti?

La maestra elementare di mia figlia organizza lo scambio libri settimanali per abituarle alla biblioteca (le biblioteche qui a Trieste sono molto attive, un po' come lo era la biblioteca del Quarticciolo di Roma dove ho conosciuto Paola, che pur di organizzare letture per i bambini del quartiere lavorava di notte, a casa), parlano dei libri, li leggono, leggono rime, storie, poesie. Dieci minuti al giorno? Ma con la clessidra o con la campanella?

Mi domando come mai si parla tanto di lettura e non si parla di relazione? Davvero pensiamo che la lettura sia fine a se stessa? Non serve fare un corso di teatro per saper leggere e coinvolgere il pubblico, basta amare la lettura, il libro, l'autore e il pubblico ma certo un corso di empatia, emotività, amore, relazione ... certo quello è più difficile e allora benché io ami il teatro, l'ho studiato e tornerei anche subito a farlo dico anche no, la lettura no come materia di scuola al pari della matematica. Un conto è imparare a leggere, un conto diffondere l'amore per la lettura.
Facciamo un corso di umiltà, di condivisione, di voglia di socialità, di voglia di unirsi, di accettarsi e poi allora parliamo di lettura e di libri da leggere a scuola, quali libri leggere? Con quali criteri? La lettura deve essere libera altrimenti diventa un altro mezzo di condizionamento al pari della televisione.
Lo so non sono un professore, né un maestro del ministero, né un pezzo grosso ... sono nessuno ma io la penso così e se Antonella mi registra la lettura della prima pagina del pinocchio originale, solo la prima pagina io provo ad inserirla nel blog, così che capite la differenza che fa dire dieci minuti di lettura a seconda dell'età e leggere con amore.