domenica 18 giugno 2017

Recite, saggi e diplomi. Anche quest'anno ce l'abbiamo fatta!!

Leggi l'informativa su Privacy & Cookie a lato, all'interno della stessa trovi le modalità per non aderire. Se vuoi aderire è sufficiente che prendi visione e continui la navigazione sul nostro blog. Grazie

Cari DinoAlunni, DinoGenitori e compagni di letture fonetiche grazie per le grandi avventure ed emozioni che mi avete regalato. È stato un anno molto intenso ed emozionante. Meravigliosi bambini, genitori molto attenti e maestre speciali. Un anno pieno di incontri e per me molto formativo. Lo so che sono io l'insegnante ma so che insegnare significa sempre apprendere, così mi sento di dire grazie a tutti.

Grazie a Mattia che a 4 anni con le marionette di Hocus mi ha raccontato:
Hocus going to the park and see Duck. "Hocus you are not a duck. No, no, no!".
Hocus going to the park and see a frog in the water. Splash. "No, no, no! Hocus you are not a frog".
Hocus going to the park and see a butterfly. "Catch me" "Please wait, not fast"
Hocus going to the park and see Lotus.
"Lotus you are dinocroc. Me too".


Mattia per un sacco di tempo non ha voluto parlare ma ha seguito con estrema attenzione.
Alla fine, ma proprio alla fine, con le marionette e il teatro è riuscito a produrre tanto.
Grazie Mattia sei fortissimo.

I piccoli della materna hanno lavorato tantissimo, pur se con molta vivacità. Sappiamo bene che i bambini se sono troppo concentrati a non muoversi, a non parlare, a stare seduti ... non riescono ad aprirsi all'apprendimento. Certo non è facile, soprattutto per le maestre che li tengono in classe 5 e più ore, ma io, che li tengo un'ora a settimana mi posso permettere di lasciare che si muovono mentre apprendono e i risultati sono ottimi. Dalla bambina che arriva sempre preparata e pronta a cantare e raccontare al bambino vivace che si ribella e mi dice "NO" ma alla fine dell'anno mi urla in faccia tutte le storie mischiate dimostrandomi non solo di aver capito ma anche di essere in grado di riprodurre.
Finiti i format abbiamo giocato al gioco dei mimi e ciascuno di loro è stato capace di esprimere in inglese ciò che io esprimevo con i gesti, anche quando facevo un miscuglio di più storie.
Bravi DinoAlunni!
Brava Ilaria che hai voluto imparare a leggere anche se non era richiesto per te.
Bravi gli altri che hanno voluto provare a leggere anche se non sanno ancora leggere in italiano. Brava Anna per aver fatto da Magic Teacher.
Grazie Rita per averci raccontato la storia nella tua lingua madre, è stato davvero emozionante.
Bravi, bravi,bravi tutti e soprattutto grazie Enka per avermi accompagnato in questo percorso.
Una donna davvero speciale.

Grazie a Micól, Arianna, Emma e Lorenzo per le letture fonetiche e le storie inventate:
There is a rabbit in the lake. Ted is on the boat with frog: "Get out (of) my way". Rabbit shouts: "Help" and frog says: "Goodbye. Look it's a castle". (EP)
Cat zooms far up to the stars. "Now my cat-shet is stuck. I'll call my friend Zip. Hello Zip, my cat-shet is stuck".
"Don't worry. Tadaaaan! Your cat-shet is perfect".
"thnak you". (MP)
Cat and his friend Zip

There's a fish in the park. Pup barks. Pup wakes Princess. "It has a fish pointy fin". His frined scared freeze. (AM)
There is a rabbit in the loose. Ted is on the boat with Frog. "Get out my wayyyyyy" Rabbit shouts "He(l)p" and Frog says "good-bye". Rabbit in the loos is in the castle now. In the castle there are 2 princesss. (LA)
Grazie Marta per averci ospitato tutto l'anno!

Grazie a Piero che si diverte molto di più quando facciamo l'acting out che quando leggiamo o scriviamo ma nonostante tutto alla fine del corso è riuscito a fare un dettato completo con soli tre errori, ha ripropormi la storia di Going on a bear hunt e soprattutto ad inventare un'intera storia di Hocus e Lotus on a bear hunt:
Hocus and Lotus are going to the park. They are going to look for a bear. Oh no a pond! splish splash splish splash [...] 
Non sto a riscriverla tutta perché è molto lunga ma Piero ha saputo ri-raccontare la storia con tanto di acting-out autodidatta e solo a fine corso ho scoperto che lui è un ottimo illustratore.
Direi uno sketcher molto ma molto bravo. Ottimo lavoro Piero!

In particolare grazie alle maestre (non ricordo tutti i nomi ma grazie Daniela, Vania, Tina, Ilaria, Annalisa ... e grazie alla fantastica Grazia)  delle scuole dove ho potuto svolgere le letture fonetiche organizzate per lavorare all'apprendimento della fonetica inglese in vista di una lettura in lingua più capace e consapevole.
I bambini si sono dimostrati tutti estremamente capaci e molto desiderosi di lavorare.
Qualcuno un po' vivace ma nessun vero disturbatore.
Mi sono sentita onorata di poter avere in classe Edoardo (anche se non sempre) e ci tengo a sottolineare che non ha mai disturbato. Ha fatto i suoi interventi a modo suo. Ha camminato nel gruppo quando ho detto Hocus was walking in the park e ha gridato forte quando ho rugito come il leone in A lion hunt ma nessun disturbo.
Sguardi di approvazione dai suoi compagni, tanti sorrisi e una gentile ragazza che gli ha porto la mano e nessuna interruzione della lettura mimata.
Mi ha fatto estremamente piacere vedere i bambini della seconda e della quarta alzarsi e chiedermi di poter leggere e gli alunni della maestra Ilaria (sperando di non essermi sbagliata) voler mettere in scena Ssh! We have a plan. È stata una grande emozione e una immensa condivisione con la loro maestra.

Di tutti ho lasciato anche gli errori perché sono proprio quelli che fanno la differenza nell'apprendimento. Non c'è ansia da perfezionismo ma c'è capacità d inventare per poi essere orgogliosi di quanto fatto e rimettersi a lavoro per migliorare e passo dopo passo, attraverso la buona relazione e la gratificazione, si lavora al miglioramento degli errori e all'approfondimento della lingua. È un lavoro lungo e complesso ma allo stesso tempo bello!
Grazie a tutti e mentre voi godete le meritate vacanze, io mi rimetto a studiare per le proposte di settembre. A presto e intanto, in attesa di leggere presto la storia della Magic Teacher Elisa Baroni, auguro ai miei DinoAlunni buone vacanze.

Silvia