giovedì 12 ottobre 2017

Zagazoo di Quentin Blake

Leggi l'informativa su Privacy & Cookie a lato, all'interno della stessa trovi le modalità per non aderire. Se vuoi aderire è sufficiente che prendi visione e continui la navigazione sul nostro blog. Grazie

Dopo un lungo riposo dalla mia attività di blogger nel quale ho riflettuto su cosa, chi, come, quando ma soprattutto ho viaggiato e cambiato ancora casa,  torno con un libro che ha catturato il mio cuore, ma anche quello dei bimbi ai quali leggo.
Parlo del libro di Quentin Blake che cameloZampa ci regala nella splendida traduzione di Sara Saorin:



L'ho letto naturalmente ai miei figli, a dei fratellini che sono stati adottati, ai bambini di un corso e ad alcuni amici adulti.
Tutti, ma proprio tutti, hanno riso di gran cuore, e anche io!
La prima lettura è stata la peggiore di tutte.

Leggevo ai miei figli e ridevo nelle trasformazioni mostriche di questi bambini che puzzano, fanno rumore, piangono, fanno danni ... crescono in modo orribile.
Mentre leggevo ridevo e li guardavo con aria minacciosa e furbetta, i miei figli sorridevano e dicevano "noi no".

L'errore più grande che ho fatto è stato leggerlo subito con loro perché quando sono arrivata alla fine e mi sono trovata di fronte due ... pellicani ... loro ridevano come matti e io ho dovuto necessariamente dire insieme a Quentin Blake:

Certo che la vita è proprio incredibile!

Un libro quasi nietzscheano, che parla della vita e del suo ripetersi, riprodursi, faticosamente ma per fortuna felicemente nonostante tutto e poi continua, e poi diversa ... ma pur sempre uguale...

No! non si tratta della Divina Commedia ma della storia più semplice del mondo, basta saperla raccontare con i giusti toni.

L'avrò letta centinaia di volte eppure ancora adesso, se prendo il libro, rido e dico:

Certo che la vita è proprio incredibile!
A presto
Silvia