giovedì 25 ottobre 2018

B-Bilingual, Ancona 1 convegno 28.10.2018

Leggi l'informativa su Privacy & Cookie a lato, all'interno della stessa trovi le modalità per non aderire. Se vuoi aderire è sufficiente che prendi visione e continui la navigazione sul nostro blog. Grazie

Sapevate che nel mondo ad essere monolingue sono in pochissimi?
Ci avete mai fatto caso?
A dire che il bilinguismo fa male e crea de disturbi di linguaggio, sono ancora meno.
In America sono quasi tutti bi/tri-lingue.
Anche in Cina è così, in India, nella penisola Scandinava ... e noi italiani?
In qualche modo lo siamo anche noi, pensate a quanti dialetti coesistono in Italia.  Ora si usa meno e tutti vogliamo essere bravi italiani che parlano la propria lingua come a scuola e guai a farsi sentire in dialetto ma i nostri nonni no!
Loro sapevano.
Molti dei nostri nonni potevano parlare dialetto stretto (che in alcuni casi equivale ad un'altra lingua) e italiano.

Da quando sono diventata mamma "bilinguismo e allattamento" sono due argomenti che mi hanno davvero sorpreso e a tratti fatto ridere. Ricordo ancora, ero con mio figlio in ospedale, aveva 3 mesi e non voleva il ciuccio e non ha mai voluto il latte artificiale.
Lo sputava!
Venne una pediatra giovane, brava ma giovane.
Mi disse:
"Signora lo dico per lei, allatta troppo!"
Come si fa ad allattare troppo un bambino?
Quanti casi di mamme morte per allattamento esistono nella statistica?
Quanti casi di morti precoci per allattamento?
Con il bilinguismo è la stessa cosa, qual è la reale statistica nel mondo di bambini affetti da disturbi del linguaggio o ADHD (malattia nuova e ancora in fase di elaborazione) dovuti al bilinguismo.
Dal mio punto di vista il bilinguismo sfavorisce (e sottolineo la S iniziale) l'insorgere dei disturbi del linguaggio, dei disturbi comportamentali e anche di disturbi di attenzione, anzi migliora notevolmente il potenziale dei bambini che crescono bilingui in modo sereno, divertente e armonioso.

La ricerca genetica ... ah la ricerca genetica, che passione.
Il genotipo di ciascuno di noi. Sarebbe bello avere in mano tutti i genotipi di tutti gli esseri viventi per poterli studiare, confrontare e catalogare a ritroso fino a trovare il gene principe di ... di che? Sicuramente un argomento difficile per me, sicuramente una ricerca importante.
Io, da quel poco che ho capito, sospetto che il genotipo abbia un problema difficile da risolvere.
Si chiama Fenotipo.
Il fenotipo raccoglie tutte le caratteristiche di un organismo ambientale, non solo quelle di origine chimica, ma anche quelle culturali, educative, sociali, affettive e ... chi disturba di più il genotipo o il fenotipo?
Questa troppo semplice spiegazione per ricordare che l'ambiente circostante il bambino, lo stile di vita, la relazione parentale, amicale, scolastica, sportiva ... ebbene si la relazione è la base di ogni beneficio (e maleficio) che riguarda l'uomo.
Per questo il Bi-linguismo fa male se somministrato da manuale con rigidità e alte aspettative.
Ma noi parliamo di altro, parliamo di Bi-linguismo nel senso di apertura mentale, capacità di accettazione del diverso, capacità di focalizzazione e di problem solving, desiderio di socializzazione e coinvolgimento.
In fondo l'apprendimento riguarda la relazione e l'esperienza (riporto da wikipedia che è di pubblico accesso, ma trovate in ogni manuale pedagogico di riferimento):
L'apprendimento è un cambiamento relativamente permanente che deriva da una nuova esperienza o dalla pratica di nuovi comportamenti, ovvero una modificazione di un comportamento complesso, abbastanza stabile nel tempo, derivante dalle esperienze di vita e/o dalle attività dal soggetto. Esso è dunque un processo "esperienziale": le nostre esperienze, compresa l'attuazione di nuove attività, possono infatti influenzare significativamente le nostre connessioni neuronali e quindi le nostre strutture cerebrali. (https://it.wikipedia.org/wiki/Apprendimento)
... possono infatti influenzare significativamente le nostre connessioni neuronali ... fino a diventare persone isolate, arrabbiate, depresse e molto altro. 
In tutto questo però il Bi-linguismo non c'entra nulla. 

Ad Ancona le colleghe Magic Teachers, hanno organizzato un convegno, siete ancora in tempo per acquistare il biglietto e vederlo in streaming

Acquista il biglietto del 1 convegno B-Bilingual oragnizzato ad Ancona dalla Coop Soc. Magicteachers Siamo nell’era della globalizzazione. Sapere l’inglese è diventato un must. Integrare nella nostra comunità scolastica un numero sempre crescente di bambini immigrati un’esigenza. 

Ma cosa significa essere bilingui e quali sono gli strumenti a disposizione dei genitori che oggi vogliano far crescere i propri figli in un contesto plurilingue?

E qual è l’impatto del bilinguismo su quei bambini che presentino BiLS o più in generale BES, ovvero una fragilità significativa nell’area dell’apprendimento linguistico?

Smontare i pregiudizi più comuni che etichettano l’essere bilingui come una diversità, una stranezza, anziché un valore aggiunto è l’obiettivo del nostro convegno. Grazie agli interventi di professionisti specifici per ogni tematica, illustreremo i meccanismi di acquisizione di una e più lingue, approfondiremo e spiegheremo se e come il bilinguismo e il DSA possano essere collegati, ed evidenzieremo cosa possono fare le famiglie e la scuola per confermare il bilinguismo un punto di forza e favorire l’integrazione sociale dei bambini immigrati e dei DSA nella nostra comunità, rispettando la loro emotività e superando le barriere linguistiche. 

Una famiglia e una comunità che vogliano crescere nel bilinguismo possono farlo, con la giusta consapevolezza. È un obiettivo alla nostra portata, anche in caso di disturbi specifici del linguaggio, perché conoscere più lingue non aggrava necessariamente le difficoltà di comunicazione verbale.


Buon apprendimento a tutti
Silvia